Aleatico di Gradoli

Si produce nel territorio dei Comuni di Gradoli, di Grotte di Castro, di San Lorenzo Nuovo, oltre che in parte di quello del Comune di Latera, in provincia di Viterbo. Si ottiene da uve di Aleatico. La resa è di novanta quintali per ettaro, vinificato al 70 per cento. Si ottiene un vino rosso vivo, con tono granato, leggermente tendente al viola, da giovane, che si incupisce, in toni caldi, rosso mattone, invecchiando.

Il profumo è aromatico, tipico, muschiato, dall'uva da cui proviene. Il sapore è amabile, morbido, fragrante, caldo, con un fondo amarognolo piacevolissimo. L'alcolicità minima complessiva raggiunge i 12 gradi, di cui almeno 9,5 di alcol svolto, con punte molto vicine ai 16 gradi. L'acidità oscilla tra il 4,5 ed il 5 per mille.

Se ne produce anche un tipo liquoroso, ottenuto per alcolizzazione, con una gradazione minima di 17 gradi, di cui almeno 15 gradi in alcol svolto.
Il tipo liquoroso deve rimanere per almeno sei mesi a maturarsi in botte prima di venire messo al consumo.

Caratteristiche

Vino da dessert - fine pasto

Si tratta di un vino da dessert di particolare importanza. Accoppiamento ideale sulla pasticceria secca, sulla pasticceria lievitata, soprattutto a base di mandorle e nocciole. Adattissimo anche quale fine pasto, dopo la frutta non troppo dolce, oltre ad essere un ottimo vino da conversazione e naturalmente da meditazione. Va servito a 14 gradi nei bicchieri tipici a questo uso.

Visiona tutti i vini nel Lazio.