Barbera Oltrepò Pavese

La coltivazione della Barbera occupa quasi la metà dell'intero territorio. Le viti hanno una densità fra 4000 e 6000 piante per ettaro con una resa in uva sui 75 quintali, pari a poco meno di due chilogrammi d'uva per ogni ceppo. Dopo la fermentazione, che avviene sempre in vasche di acciaio inox, e prima dell'imbottigliamento il vino matura in acciaio o in grandi botti di rovere, a seconda dell'orientamento dei produttori. La DOC non impone periodi d'invecchiamento. Oltre alla versione tranquilla, che raggiunge il periodo di massimo fulgore nel terzo anno di vita, se ne producono altre due, una leggermente frizzante e una semplicemente vivace, che vanno bevute entro i due anni.

Composizione vino: Barbera (85-100%), consentite aggiunte di Croatina e Uva Rara. Invecchiamento ottimale fino 3 anni, può raggiungere anche i 5 o 6 anni, gradazione minima 11,5.

Caratteristiche

Vino e piatti regionali tipici Lombardia

La Barbera Oltrepò è un perfetto vino da tutto pasto soprattutto con piatti regionali lombardia, antipasti a base di salumi (salame di Varzi, coppa, cotechino), ravioli e pastasciutte con salse a base di carne o funghi, bolliti misti, brasati, carni in umido. La bottiglia va conservata orizzontale e stappata, fresca di cantina (14-16 °C), al momento di servire.

Visiona tutti i vini in Lombardia.