Bianco dei colli maceratesi

Si produce in tutta la provincia di Macerata, nelle zone collinari e pedecollinari, sino quasi alla pianura. Si ottiene da uva di Trebbiano toscano al 50 per cento, Trebbiano locale dal 30 al 50 per cento, oltre ad un'aggiunta concessa sino ad un massimo del 15 per cento di altre uve bianche, quali la Malvasia toscana e Verdicchio da sole o congiunte. Si ottiene un vino di colore giallo paglierino, molto tenue.

Il profumo è gradevole, vinoso, leggero. Il sapore è asciutto, fresco, talvolta un po' acidulo, ma mai aspro. L'alcolìcità minima raggiunge gli 11 gradi. L'acidità raramente supera il 5,5 per mille.

Caratteristiche

Vino da pesce

Il Bianco dei colli maceratesi è un vino superiore da pesce; da primi con sughi leggeri, risotti, eccetera. Squisito sulle seppie con i piselli e sulle sarde alla marchigiana, oltre ad essere impareggiabile sui formaggi teneri e dolci. Va servito freddo, tra i 10 e i 12 gradi nei bicchieri da bianco fresco.

Visiona tutti i vini nelle Marche.