Vini e vitigni della Calabria

Bivogni

Invecchiamento: l'invecchiamento consigliato č di un anno per quel che riguarda i bianchi e i rosati, mentre 1 o 2 anni per i rossi;
Gradazione alcolica: la gradazione alcolica minima deve essere di 12 gradi per i rossi e i rosati, mentre di 13 per quel che concerne i bianchi;
Vitigni:

  • Bianchi → greco bianco e-o guardavalle e-o montonico in una percentuale che puņ variare dal 30 al 50%;
    malvasia bianca e-o ansonica per una percentuale che puņ variare dal 30 al 50%;
    gli altri vitigni ammessi non devono superare il 30%.
  • Rossi → gaglioppo e-o greco nero in una percentuale che puņ variare dal 30 al 50%;
    nocera e-o calabrese e-o castiglione in una percentuale che puņ variare dal 30 al 50%;
    gli altri vitigni ammessi non devono superare il 10% se a bacca nera; mentre quelli a bacca bianca non devono superare il 15%.
  • Rosati → i vitigni per la produzione del rosato sono gli stessi utilizzati per il Rosso.

Le zone in cui viene prodotto il “Bivogni” comprendono i comuni di Bivogni, Stilo, Camini, Monasterace, Riace, Placanica, Stignano, Pazzano e Caulonia, in provincia di Reggio Calabria, e a Guardavalle per quel che riguarda la provincia di Catanzaro.
La zona in cui viene prodotto questo vino č la stessa zona in cui venne effettuato il ritrovamento dei famosissimi Bronzi di Riace.
La denominazione “Bivogni” č stata attribuita a durante la vendemmia del '96 ma da allora non ha ancora mostrato la sua massima potenza in quel che riguarda la produzione, che nel '99 č stata di 130 ettolitri per quel che riguarda il vino bianco e di 292 di rosso.