Vino e carne

Con la carne: si accoppiano generalmente vini rossi, più o meno robusti a seconda della pietanza, ma, su carni bianche con salse leggere, non sono da disdegnare vini bianchi importanti, eventualmente affinati in legno.

I rossi saranno tendenzialmente giovani e leggeri per il pollame, le carni bianche arrosto o in padella, per diventare più robusti e alcolici col pollame nobile, lessi, umidi e bolliti; di buon corpo, armonici per le grigliate e gli arrosti di carni rosse.

A piatti di cacciagione e selvaggina particolarmente impegnativi (cinghiale, capriolo, ecc.) debbono sposarsi vini rossi altrettanto importanti, austeri, invecchiati.