Vini Campania

Castel San Lorenzo

Invecchiamento: il periodo di invecchiamento minimo consigliato per gustare al meglio questi tipi di vini è di 1 anno per quel che concerne i Bianchi e i Rosati, da 1 a 2 anni per i Rossi, e dai 3 ai 5 anni per i Barbera;
Gradazione alcolica: la gradazione alcolica minima che devono avere questi vini è di 12 gradi per i Bianchi e di 10 gradi per tutti gli altri;
Vitigni:

  • Bianco → trebbiano toscano dal 50 al 60%;
    malvasia bianca dal 30 al 40%;
    gli altri vitigni ammessi non possono superare la percentuale del 20%.
  • Rosso e Rosato → barbera per un minimo del 60% ad un massimo del 80%;
    sangiovese per una percentuale che può variare dal 20 al 30%;
    gli altri vitigni ammessi non possono superare la percentuale del 20%.
  • Barbera → barbera per una percentuale che non può essere meno del 85%.

La zona in cui è prodotto il “Castel San Lorenzo” è la zona dei comuni di Castel San Lorenzo(come dice anche il nome), Bellosguardo, Aquara, parte di Felitto, Roccadaspide, ottati, Castelcivita e Magliano Vetere, in provincia di Salerno.
Qui ci si sta sempre più avvicinando alla coltivazione biologica, anche se per ora questo non sta dando grandissimi frutti, ma esperti dicono che col tempo si potranno gustare vini di pregiata qualità provenienti da queste zone; soprattutto per quel che riguarda il Barbera, e il Moscato Lambiccato che ha già raggiunto un invidiabile livello aromatico, tipico del moscato bianco di elevata qualità.