Cecubo

Si produce in provincia di Latina nei Comuni di Formia, Fondi, Gaeta e Sperlonga nelle cosiddette « terre di lavoro », estese porzioni di terreno una volta incolto, quale latifondo destinato all'allevamento allo stato brado. Si ricava da uve locali, come l'Abbuoto, il Negro amaro, il San Giuseppe nero.

Se ne ottiene un vino di colore rosso intenso rubino, profondo, con toni vivaci, che invecchiando prende luci più cupe verso un rosso mattone.

Il profumo è vivo, pieno. Il sapore è asciutto, un po' rustico da giovane, ma invitante ed armonico che con il tempo si perfeziona vellutandosi. La gradazione alcolica supera talvolta i 13 gradi, con punte vicino ad oltre i 13,5 gradi. L'acidità oscilla tra il 4,5 ed il 6 per mille. Il Cecubo è un grande vino da invecchiamento. Normalmente passa due anni in botte di legno prima del suo imbottigliamento. Nel vetro raggiunge dieci anni, arrivando, specie se di buona annata, ad una rara perfezione. La sua resa incomincia verso il terzo anno, ma la maturazione completa la raggiunge al quinto.

Caratteristiche

    • Colore: Rosso

Vino da arrosti

Il Cecubo è un vino giustamente famoso, che sin dai tempi più antichi è stato sempre ben quotato; è un grande vino da arrosti. Bisogna servirlo a 18-20 gradi dopo aver portato lentamente a temperatura giusta la bottiglia, ed averla aperta, specie se è vecchio, almeno due ore prima di servirlo in bicchieri da rosso corposo.

Visiona tutti i vini nel Lazio.