Cirņ Rosso

È il più famoso vino DOC calabrese, prodotto in provincia di Catanzaro sulle colline attorno a Cirò e ai comuni circostanti. Sul totale della produzione, poco più di 20 000 ettolitri sono di Cirò normale, gli altri di Cirò Classico e Superiore.

Quest'ultima specifica è riservata al solo vino prodotto nel cuore del territorio, vale a dire il comune di Cirò e Cirò Marina e in parte di quelli di Melissa e Crucoli. I vigneti, coltivati tradizionalmente ad alberello, si trovano sulle alture attorno ai 250 metri di quota prospicienti lo Ionio, con piena esposizione a sud. La densità degli impianti è di 3000 o 3500 viti per ettaro, di età variabile fra i 10 e i 15 anni, con una resa media di poco superiore ai due chilogrammi d'uva per ceppo. La vendemmia comincia verso il15 settembre e il mosto viene fatto fermentare in vasche di acciaio inox.

La produzione normale rimane 12 mesi in acciaio, mentre il Classico, il Superiore o le Riserve eventuali vengono sottoposti a lavorazioni variabili da produttore a produttore. In genere rimangono sei mesi in acciaio per passare poi un anno in barrique.

Caratteristiche

    • Colore: Rosso

Vino a tavola

Il Cirò Rosso va conservato con la bottiglia orizzontale, servito fresco di cantina, sui 14-16 cc, e stappato al momento.

Se è giovane accompagna saporite minestre asciutte con salse piccanti e tutto il pasto; se è d'età, carni, soprattutto rosse arrosto o con intingoli al forno, e formaggi piccanti.

Visiona tutti i vini in Calabria .