Colli del Trasimeno

Si produce nei Comuni di Castiglion del Lago, Città della Pieve, Pacino, Piegaro, Panicale, Perugia, Corciano, Magione, Passignano, Tuoro sul Trasimeno da uve di Sangiovese dal 60 all'80 per cento; Ciliegiolo, Gamay, Malvasia del Chianti, Trebbiano toscano (da soli o congiunti), sino ad un massimo del 40 per cento.

La resa è di centoventicinque quintali per ettaro vinificati al 65 per cento. Si ottiene un vino rosso con toni granato, che col tempo tende verso il rosso mattone.

Il profumo è vinoso, mammolato, con leggero sentore etereo, specialmente quando è ben maturo. Il sapore è asciutto, da giovane un po' rustico, tannico, soddisfacente, fresco ed armonico. L'alcolicità minima raggiunge gli 11,5 gradi, con punte di 12 gradi.

L'acidità è del 5,5 per mille. È un vino da non invecchiare molto, da servire entro il quinto, sesto anno dalla vendemmia.

Caratteristiche

Abbinamenti gastronomici

Vino da tutto pasto quando è giovane (entro i primi tre anni di vita), poi, da maturo, è ottimo per carni arrosto, caccia minuta, pollame, coniglio, oltre che squisito sugli involtini girati allo spiedo (carne di manzo con prosciutto, profumata di ginepro ed altre erbe odorose). Il Rosso dei Colli del Trasimeno va servito a 18 gradi nei bicchieri da rosso fresco.

Visiona tutti i vini in Umbria.