Grumello Valtellina

Vino prodotto dall'unione del Nebbiolo Chiavennasca (minimo 95%) con altre uve locali. Colore rosso intenso verso il granata. Ha un sapore asciutto, leggermente tannico ma pieno e morbido, vellutato. Ha una gradazione minima di 12 gradi.

Il Grumello nasce da uve coltivate di fronte a Sondrio sui ripidi pendii montani sovrastanti la borgata di Grumello ed estesi verso l'alto fino alle case di Poggiridenti e a quelle di Montagna in Valtellina. La strada dei vini del Grumello si sviluppa in pochi chilometri ad altissima densità di vigneti, le aziende produttrici sono sempre disponibili per le degustazioni dei visitatori.

Come per le altre DOC valtellinesi, la lavorazione del Grumello segue metodiche tradizionali, con maturazione del vino generalmente in grandi botti di rovere, cui può far seguito un passaggio più o meno lungo in barrique. Quest'ultima fase può portare differenze sensibili dovute al rilascio di sostanze aromatiche del legno nuovo (non si usa mai una barrique per più di tre passaggi) nel vino.

Caratteristiche

    • Colore: Rosso

Abbinamento gastronomico

Il Grumello invecchia bene e acquista con l'età caratteri di nobiltà tanto più considerevoli se si tratta di un Riserva. Le bottiglie devono essere conservate orizzontali, portate a temperatura ambiente (18-20 CC) e stappate qualche ora prima, oppure decantate in caraffa. L'abbinamento gastronomico è, per elezione, con la grande cucina valtellinese: pizzoccheri, polenta taragna, carni in umido e formaggi maturi.

Visiona tutti i vini in Lombardia.