Vini Emilia Romagna

Lambrusco di Sorbara

Invecchiamento: il periodo di invecchiamento consigliato è di 1 anno;
Gradazione alcolica: la gradazione alcolica minima è di 10.5 gradi;
Vitigni: i vitigni utilizzati per la produzione del Lambrusco di Sorbara sono per l'appunto il Lambrusco di Sorbara in una percentuale non inferiore al 60% e Lambrusco salamino per il resto, ma non più del 40%.

Le zone in cui viene prodotto questo Lambrusco sono quelle dei comuni di Soliera, Bastiglia, Nonantola, Bomporto, Ravarino, parte di Campogalliano, Carpi, Camposanto, Castelfranco, San Cesario sul Panaro e Modena in provincia di Modena.
Questo Lambrusco è una pietra miliare per la storia emiliana, perché è il più classico dei Lambruschi qui coltivati.
Le sue origini risalgono alla “labrusca”, la Vitis silvestris spontanea degli Appennini, nota un tempo come vite selvatica.