Vermentino di Sardegna

La DOC investe tutta la Sardegna, ad esclusione dell'area DOCG del Vermentino di Gallura, ma ha particolare diffusione nella zona di Alghero, dove esiste una vasta e importante produzione. Rispetto al confratello gallurese, il Vermentino di Sardegna ha una resa in uva maggiore, 200 quintali per ettaro contro 100, e può essere ottenuto anche da vigneti al di sopra della quota massima dei 500 metri, con una resa in uva di sette chilogrammi per ceppo. Ha però una gradazione minima inferiore.

Non è prevista la qualifica Superiore, mentre è consentita la produzione di un tipo Amabile e di uno Spumante. È tuttavia difficile che il Vermentino di produzioni qualificate arrivi a tanto.

Da un esame dei vini prodotti da aziende di buon livello nel Cagliaritano o nel Sassarese, risulta che la resa in uva per ettaro oscilla attorno ai 50 o 60 quintali su impianti coltivati a Guyot, con densità fra 3500 e 5000 piante per ettaro. L'età media delle viti è attorno ai 15 anni.

Fermentazione e affinamento avvengono in vasche d'acciaio fino alla primavera successiva alla vendemmia.

Caratteristiche

Vino e accostamenti

Il Vermentino di Sardegna va servito a 8-10 °C di temperatura: è perfetto su tutta la cucina di pesce, dall'antipasto alle pietanze, specialmente se comprendenti ricche grigliate e fritture.

Visiona tutti i vini in Sardegna.