Vernaccia di Oristano

Se supera i 15,5 di alcol la Vernaccia ha diritto alla qualifica Superiore, ma deve rimanere tre anni a invecchiare in cantina. È stata la prima DOC della Sardegna. Si produce in vari comuni della provincia di Oristano e in particolare nella zona di Cabras.

La coltivazione è in genere ad alberello e a Guyot negli impianti più moderni, su terreni variabili dal grasso al medio impasto, al sabbioso, esposti a sudovest a quote variabili tra i 20 e i 100 metri. La densità nei vigneti è di 5000 piante per ettaro, con una resa in uva di un chilogrammo per ceppo.

La fermentazione è in acciaio, quindi il vino passa a invecchiare in botti di rovere o di castagno per 4 anni, con un travaso annuale in recipienti sempre più piccoli. Il Superiore o le Riserve seguono lo stesso processo, ma il periodo di invecchiamento si prolunga fino a 6 anni.

Il vino che ne risulta è ricco, elegante, sontuoso, vagamente cremoso, di grande personalità.

Caratteristiche

Accostamenti gastronomici

Conservare le bottiglie di Vernaccia orizzontali. Servire freddo, sugli 8 °C, come aperitivo e per accompagnare tutta la grande cucina di pesce sarda, soprattutto piatti ricchi di salse.

Visiona tutti i vini in Sardegna.