Vini della Puglia

Castel Del Monte

Invecchiamento: il periodo di invecchiamento consigliato per il “Castel del Monte” varia da 1 a 2 anni per i Bianchi e i Rosati, e dai 2 ai 3 anni per i Rossi;
Gradazione alcolica: le gradazioni alcoliche di questi vini variano dai 10.5ai 12.5 gradi;
Vitigni:

  • Bianco → pampanuto(chiamato anche pampanino) e-o chardonnay e-o bombino bianco;
    altri vitigni ammessi in percentuale non superiore al 35%.
  • Rosso → uva di Troia e-o aglianico e-o montepulciano;
    gli altri vitigni ammessi in percentuale non superiore al 35%.
  • Rosato → bombino nero e-o aglianico e-o uva di Troia;
    gli altri vitigni ammessi in percentuale non superiore al 35%.

Le zone di coltivazione del Castel Del Monte sono quelle dei comuni di Binetto, Minervino Murge, Bitonto, Andria, Corato, Ruvo di Puglia, Palo del Colle, Terlizzi, Trani, Toritto e l'isola di D'Alemi.
Attraverso la “Strada del vino” di Castel del Monte si sviluppata una forte viticoltura nata sempre qui intorno al 1300; questi vitigni sono tuttora coltivati con i metodi di coltivazione tradizionali.