Vini veneti

Colli di Conegliano

Invecchiamento: i vini di questa denominazione, per essere guastati al meglio, hanno bisogno di diversi anni di invecchiamento ad esempio per i Rossi il periodo può variare da 1 a 2 anni, da 2 a 3 anni per il Fregona, da 2 a 4 anni per il Passito e solo 1 anno per i Bianchi;
Gradazione alcolica: la gradazione alcolica di questi vini varia da un minimo di 11 a un massimo di 16 gradi;
Vitigni:

  • Bianco → manzoni bianco per un minimo del 30%;
    pinot bianco e-o chardonnay in una percentuale minima del 30%;
    sauvignon e-o riesling per un massimo del 10%.
  • Rosso → cabernet franc e cabernet sauvignon, marzemino e merlot per non più del 40%;
    ciascuno per un minimo del 10%;
    incrocio manzoni 2.15 per non più del 10%.
  • Torchiato di Fregona → prosecco per non meno del 30%;
    verdisio per un minimo del 30%;
    boschera in una percentuale minima del 25%;
    gli altri vitigni ammessi non possono superare il 15%.
  • Refrontolo Passito → marzemino in una percentuale minima del 95%.

La zona di produzione del “Colli di Conegliano” è quella dei comuni di Vittorio Veneto, Cappella Maggiore, Colle Umberto, Cison di Valmarino, Conegliano, Farra di Soligo, Cordignano, Follina, Miane, Fregona, Pieve di Soligo, Revine Lago, Refrontolo, San Fior, Sarmede, San Pietro di Feletto, San Vendemmiano, Sarmede, Susegana, Vidor e Tarzo; in provincia di Treviso.
Tra i vini di questa denominazione i più importanti sono il Refronotolo passito e il Torchiato di Fregona.